Maniglie ad iniezione con azoto

Lo stampaggio a gas (azoto)

Lo stampaggio a iniezione assistito da gas (azoto), anche detto GAIM (Gas Assisted Injection Molding), consiste nell’introduzione di un gas inerte ad alta pressione all’interno della massa fusa precedentemente iniettata in uno stampo. Con l’iniezione di gas all’interno della plastica fusa, si forma una bolla che rimane collegata al punto di iniezione del gas, la cui pressione deve riuscire a spingere il materiale plastico fino a riempire completamente la cavità dello stampo. La pressione sul gas viene mantenuta fino al raggiungimento della temperatura di estrazione del pezzo e deve compattare adeguatamente il materiale plastico comprimendolo contro le pareti dello stampo. Il gas può essere iniettato con ugelli ad aghi inseriti nello stampo che consentono di creare nello stesso pezzo anche più di una bolla di gas.

Il processo

Lo stampaggio a iniezione assistito da gas (azoto), può essere suddiviso in 4 periodi:

  1. Periodo di iniezione: la plastica fusa viene iniettata nello stampo
  2. Periodo di gonfiaggio: viene iniettato il gas (azoto) ad una pressione maggiore della pressione di iniezione della plastica per poter ottenere un prodotto cavo. L’iniezione del gas può avvenire durante o dopo l’iniezione della plastica.
  3. Supporto della pressione del gas: una volta che il prodotto è stato riempito di gas, la pressione del gas nella parte cava diventa pressione di mantenimento
  4. Periodo di estrazione: una volta che il ciclo di raffreddamento è completo, la pressione del gas scende a pressione atmosferica ed il gas viene eventualmente recuperato. Il prodotto viene quindi espulso dallo stampo.

Campi di utilizzo

Questa tecnica di stampaggio è utilizzabile con tutti i principali tipi di materiali termoplastici, amorfi e semi-cristallini oltre che con i caricati. A seconda delle diverse caratteristiche dei materiali si otterranno spessori   diversi della parte solidificata: i materiali semicristallini consentiranno pareti più sottili mentre quelli amorfi pareti più spesse.

Lo stampaggio a iniezione assistito da gas viene utilizzato in svariati campi e diverse applicazioni tra cui: automotive, elettrodomestici, arredamento, elettronica professionale e di consumo e oggettistica.

Vantaggi

Adatta a realizzare componenti sia di spessore elevato che di spessore limitato, questa tecnologia consente una riduzione notevole del peso del pezzo e una riduzione dei tempi di stampaggio che fanno si che il prezzo finale sia più basso. Consente inoltre di eliminare i ritiri in presenza di costolature o notevoli variazioni di spessore non compromettendo le caratteristiche meccaniche dell’oggetto. In aggiunta consente la realizzazione in un solo pezzo di prodotti normalmente costituiti di più parti, eliminando così le successive operazioni di assemblaggio.

 

Vuoi avere maggiori informazioni?